Mentalismo e Pnl

Mentalismo e Pnl : in questo video messaggio Aroldo chiarisce alcuni punti critici e molto discussi in rete…
.
Chi è il Mentalista? La Pnl può essere utilizzata per eseguire effetti di Mentalismo? Il Mentalista deve conoscere la Pnl?

:

Parte questa settimana una nuova rubrica di Aroldo intitolata: Considerazioni Mentali.
Periodicamente, verranno pubblicati video contenenti spiegazioni ed approfondimenti su Mentalismo e Cold Reading.

Se l’iniziativa è di tuo gradimento, lascia un commento qui sotto e
condividi questo post su Facebook
:
in questo modo saremo sicuri che la direzione presa è quella giusta e continueremo con nuovi video tutorial ed approfondimenti…

Per il momento ti lascio alla visione del video:
Buon “Nuovo Mentalismo” !

  • Riccardo ha detto:

    Complimenti Aroldo ottima idea, ogni spunto, considerazione in più è sicuramente molto utile a tutti noi!
    Continuate così, state realizzando un progetto davvero grandioso che darà un grande contributo a quest’arte!

  • Massimo ha detto:

    Aroldo, condivido appieno. Parte della confusione nasce anche da chi “eticamente” usa la PNL per spiegare i “trucchi” messi in atto ( scelta personale che non condivido ) . Concordo sul performer o showman, ma il Mentalista ( M maiuscola ) DEVE anche esserlo fuori dal palco, in mezzo alla gente, nel quotidiano ( anche questa è una mia visione, che alcuni non condividono )

  • Massimo ha detto:

    Grazie 😀

  • Vito ha detto:

    Complimenti per le doverose spiegazioni.

    Molto spesso chi si avvicina da neofita al Mentalismo è davvero convinto che si tratti di lettura delle microespressioni o del linguaggio del corpo, o addirittura che tramite l’utilizzo di tecniche di PNL si possano eseguire dei miracoli!

    Le definizioni che dà Aroldo sono davvero indispensabili per chi voglia affrontare la materia seriamente e con professionalità.

  • =ET= ha detto:

    Passano gli anni e siamo sempre più d’accordo come approccio, e meta di quello che chiamiamo “M”entalismo.

  • Martin ha detto:

    Argomento affascinante, sto ancora rimurginando se iscrivermi o meno al corso online. In verità la mia è più curiosità e cultura personale che “voler intraprendere il Mentalismo come professione” forse mi sono svegliato tardi.
    Fa piacere poter vedere in video le persone parlare questo secondo me trasmette fisicità e calore, è un’iniziativa che porterei avanti.
    Grazie di cuore, comunque, per offrire a tutti questa possibilità, senz’altro rara.

  • Claudio Penazzi ha detto:

    Bel discorso Aroldo..condivido in pieno (mica per niente vi seguo con il corso online).
    Condivido pure su facebook!

  • Alex ha detto:

    Guardando questo video torno esattamente indietro di quattro mesi…quando prima di iniziare il corso online cercavo”qualcosa sul mentalismo”…ebbene anch’io ho creduto che la PNL fosse la base dove iniziare lo studio del mentalismo…per fortuna o per caso o chissà per cosa ho conosciuto attraverso il web(e non vedo l’ora anche di persona)Aroldo…ha cambiato completamente il modo di vivere il MENTALISMO!
    Grazie

  • Giacomo ha detto:

    Devo ammettere la mia ignoranza sul mentalismo, pensavo che la PNL fosse condizione necessaria e sufficiente per poter iniziare ad imparare il mentalismo, ma ora, a seguito di questa lezione di Aroldo, ho capito che per imparare il Mentalismo (la M maiuscola non è messa a caso) il percorso formativo è di tutt’altra natura.

  • Giordano ha detto:

    Finalmente un pò di chiarezza! 🙂
    io sono venuto a conoscenza del mentalismo attraverso un programma televisivo, e vari telefilm… mi sono appassionato e ok… anche io ho creduto che studiando libri di Paul Ekman, PNL, fisiognomica, ecc, mi portassero ad evere dei “poteri” per leggere le persone e diventando una sorta di mentalista… così da essermi d’aiuto nel lavoro a contatto col pubblico.
    E’ vero, tali materie mi sono di grandissimo aiuto, ma grazie a voi ho capito che il vero mentalismo è altro e sono fiero di seguirvi on line e spero presto anche dal vivo!

  • magoBenny ha detto:

    Condivido l’opinione di Aroldo e lo ringrazio di aver fatto chiarezza sull’argomento, anche se non sottovaluto il ruolo di intrattenitore per un mentalista perché anche questo è far star bene gli altri e stare bene con gli altri.
    Ciao e continuate così!

  • Giovanni ha detto:

    Le questioni sono due: come porsi fuori dalla “scena” e l’uso della PNL.
    Personalmente io amo lasciare l’ambiguità in scena anche se dichiaro di usare tecniche derivanti da PNL e psicologia, insomma uso la PNL come falsa pista, questo porta lo scettico sul paranormale a pensare che questa sia una spiegazione logica mentre gli altri pensano che in fondo ho dei poteri, un doppio sviare l’attenzione. In fondo secondo me la PNL è percepita come la magia del 2000 o no?
    Per il ruolo del mentalista nella vita di tutti i giorni, sono molto d’accordo ma è difficilissimo, per coerenza, per le proprie convinzioni, per il ruolo che uno ha sul lavoro e mille paure o blocchi. Certo che se si riesce a trovare l’equilibrio giusto per mantenere il ruolo, si possono moltiplicare i risultati positivi del mentalismo.

  • Matteo ha detto:

    Diretto, semplice, e concreto. Complimenti al signor Aroldo, che per quanto mi riguarda, ha messo ordine nella mia mente riguardo il mentalismo ed il rapporto con la PNL. Condivido appieno la visione del mentalista: far star bene gli altri stando bene con gli altri.
    Grazie ed…in bocca al lupo!

  • Michele ha detto:

    Finalmente una definizione chiara e sintetica sul (falso) rapporto tra Mentalismo e PNL.

  • Mauro Rapinesi ha detto:

    Bell’intervento. Fare chiarezza su questo punto non puo che giovare al mentalismo che a volte ha sofferto di essere riposto in spazi troppo angusti.
    Il mentalismo può suscitare emozioni, dubbi, domande, su molti piani diversi….prendo questo intervento come un incoraggiamento a cercare il proprio stile nella presentazione delgi effetti.

  • Davide ha detto:

    CIAO AROLDO.

    CONDIVIDO CON TE! IL MENTALISTA E’ UN ARTISTA COMPLETO! E’ IL RISULTATO

    DELLA CONOSCENZA DI MOLTE DISCIPLINE BEN INTERIORIZZATE E CONCERTATE

    NELLA RIUSCITA DELL’EFFETTO, OVVERO L’OTTIMO PRETESTO PER STUPIRE

    ED EMOZIONARE.

    IN REALTA’ IL TUO DISCORSO NASCONDE L’ETICA NEL MENTALISMO IN

    PARTICOLARE NELL’ARTE DELLA COLD READING COME “SISTEMA”

    PER (COME TU AFFERMI) FARE DEL BENE CREANDO POSITIVITA’.

    QUALCUNO SOSTIENE CHE IL MENTALISTA SI SOSTITUISCE ALLO

    PSICOTERAPEUTA, IL QUALE NON ESITA AD UTILIZZARE ANCHE LA PNL

    PER OTTENERE RISULTATI. COSA NE PENSI?

    COMUNQUE…….OTTIMO!

  • […] il successo (almeno in termini di  commenti ed email ricevute) del video di Aroldo su “Mentalismo e Pnl” abbiamo deciso di proseguire con questi mini […]

  • Andrew Bosco ha detto:

    Grazie a tutti per i commenti! 🙂
    @ Davide : non è possibile che il Mentalista si sostituisca allo psicoterapeuta, nè a nessun’altra figura professionale!

    Per chiarire meglio il concetto, ho appena pubblicato un nuovo video:
    http://www.nuovomentalismo.com/corsi-online-mentalismo/definizione-mentalismo/

    A presto! 🙂

  • Sandro ha detto:

    Ottimo intervento chiarificatore Aroldo!!

    Chi asserisce di utilizzare la PNL nel mentalismo
    a parer mio, mente sapendo di mentire.

    Un mentalista può fingere di essere un programmatore neuro linguista
    mentre
    un programmatore neuro linguista non possiede gli ”strumenti”
    per fare il mentalista!

  • Ezio ha detto:

    Grazie Aroldo.
    Mi piacerebbe stringerti la mano di persona.
    Mi piace come trasmetti una verità viva quando dici che TUTTI possono IMPARARE.
    Mi piace la definizione che il Mentalismo è per fare stare bene se stessi e gli altri.

    In fondo a tutto questo esiste anche il mio motto:
    DARE agli altri quello che vuoi per te stesso che TI viene decuplicato come ricchezza vera.

    Grande Maestro di vita.
    Grazie per questa iniziativa altamente educativa e soprattutto costruttiva.

  • fabio ha detto:

    grazie aroldo x le tue informazioni.è molto interessante ogni tuo intervento anche e soprattutto x la semplicità comunicativa che sai usare in modo veramente esplicativo.

  • laura ha detto:

    Ciao a tutti,
    mi sono appena avvicinata al Mentalismo, se devo essere sincera mi sono iscritta al corso on-line con un po’ di scetticismo, decidendo a priori che, nel caso fosse stata una “fregatura”, non mi sarei arrabbiata.
    Devo dire che sono rimasta subito colpita dalla figura di Aroldo, per il suo apparire persona semplice e umile (nel senso più positivo possibile), nonostante la sua grandissima competenza in materia e non solo. (mi pare).
    Trovo il corso online interessantissimo, molto chiaro, illuminante, insomma perfetto!
    E vorrei ringraziarvi per l’opportunità che ci date.
    Vengo ora al motivo del mio post in questa discussione.
    Io ho “scoperto” l’esistenza del Mentalismo proprio grazie alla PNL, ho frequentato due corsi (I e II livello), e devo dire che è un argomento altrettanto interessante e affascinante: l’importante è che sia trattato da professionisti seri, che non promettono cose assurde.
    Quindi devo ringraziare questa combinazione di eventi se ora sono qui a scrivere e sono così felice di avere intrapreso questo nuovo percorso, che mi sembra altrettanto serio e ben organizzato.
    L’importante è capire che tutto serve nella vita, che i miracoli non esistono, e che bisogna lavorare solo su se stessi per vivere meglio con gli altri.
    Ci sono un sacco di strumenti per fare questo, non ce n’è uno meglio di altri, bisogna trovare quello adatto a noi, o, meglio ancora, prendere quello ci serve da ognuno di loro per diventare migliori.
    Quindi, grazie!

  • Nicoletta Galli ha detto:

    Le faccio i miei piu sinceri complimenti su una parentesi molto bella da lei citata, che è quello ke fare mentalismo è dare qualcosa in piu alla gente …….ke potrebbe essere semplicemente gioa, sicurezza, rispetto del prossimo e amore….
    Io attraverso un percorso sono arrivata alla PNL. Quello ke mi è piaciuto di questo tipo di comunicazione ( non è solo capire i comportamenti o comunicazione non verbare…. xke sarebbe molto banale dare questo tipo di valutazione), ma è la conoscenza di se stessi pulendo l`inconscio ( cosa non da poco)…. è formilare con giusta valutazione per il proprio obbiettivo…… e/o come creare armonia e collaborazione in un gruppo o semplicemente nel quotidiano. Tutto pero nel rispetto del prossimo.
    No, manipolazione!!! ma solo amore incondizionato.
    Distinti saliti Galli NIcoletta

  • Federico Soldati ha detto:

    Video molto interessante. Bravo Aroldo.
    Sono d’accordo che ha senso lasciare che il pubblico giustifichi alcune sfaccettature degli esperimenti di mentalismo attribuendone la forza a tecniche di PNL.
    Ciò nonostante il vero problema è se la PNL funzioni davvero e se davvero sia possibile integrarne degli aspetti nei numeri di mentalismo.
    Da quello che leggo sembra che si dia per scontato che la PNL sia una materia chiara, efficace e funzionante.
    Dopo aver studiato per diversi anni (approfonditamente) la mnemonica (un altro tema dello stesso campo), mi sono reso conto che spesso e volentieri queste tecniche “indefinite” vengono manipolate senza scrupoli da abili venditori che ne fanno perdere l’utilità empirica (sempre che ce ne sia una; normalmente sì).
    A tale proposito segnalo questa pagine interessante:
    http://impararearicordare.forumfree.it/?t=58331726

    Saluti mentali!

    Federico

  • Torindo Colangione ha detto:

    Ciao a tutti, ho visionato con grande interesse il video di Aroldo Lattarulo sulla definizione di mentalismo. E’ giusto visionarlo attentamente perche’ si possa comprendere la vera identita’ di questa branca dell’illusionismo. Secondo il mio parere il mentalismo e’ uno step da raggiungere con molto lavoro fatto precedentemente nell’area della prestigiazione vera e propria. Perche’ per me la riuscita di un qualsiasi effetto, dalla scelta di una carta alla sparizione di una moneta ecc..diventa affascinante solo quando si trasmette allo spettatore una fiducia in cio’ che si vuol fare in quel momento, quindi creando un dialogo che, puo’ essere instaurato anche in maniera non verbale, ad esempio per far svanire una moneta non e’ necessario che si parli, ma e’ fondamentale creare un colloquio anche solo mentale..tra chi esegue e chi ne usufruisce! Fatto di sorrisi, di gesti, di senso di rilassatezza..perche’ possa essere trasmessa a chi guardandoci si predispone a un momento nel quale il “fantastico” puo’ diventare realta’. Quindi secondo il mio modesto parere, cosi’ come ad esempio negli effetti con le carte il trucco spesso e’ nelle mani, nel mentalismo la mano e’ la mente dell’esecutore..che potra’ manipolare le menti altrui attraverso quelle tecniche che, supportate dalle giuste parole, regaleranno allo spettatore qualcosa che va oltre un trucco, e che io definisco..la realta’ di un’illusione…Torindo.

    • REED ha detto:

      ciao Aroldo, coccordo in pieno con ciò che hai pubblicato. Ma credo anche che il mentalismo aiuti anche ad essere positivi.
      Grazie

      • Aroldo ha detto:

        Anch’io concordo in pieno. 🙂
        Anzi, vorrei sottolineare che da anni (e abbastanza isolatamente) insisto – nei corsi e nei libri – sull’idea che il Mentalismo sia un ottimo mezzo per stare bene con gli altri e, addirittura, un modo per far stare bene gli altri.
        Di questa capacità empatica del Mentalismo, la positività è (solo) uno dei presupposti.

  • Gabriele rossi ha detto:

    Bellissima iniziativa, condivido in pieno la distinzione tra
    PNL e mentalismo!!!